Portare la natura nelle nostre case

Manca meno di un mese all'inizio della primavera e già sento in me il brio della natura che rinasce... E vorrei farla entrare anche in casa con tutta la sua nuova vitalità.
 
Vivo a pochi passi da Milano, fortunatamente in una cittadine piena di verde, ma il grigio ed il cemento sono comunque troppo invadenti per i miei gusti. Certo, c'è da considerare che il mio sogno proibito è quello di poter un giorno andare a vivere in uno chalet abbandonato in mezzo alla natura selvaggia di qualche montagna...In ogni caso, credo che un po' di verde in più possa far bene a tutte le case, per questo oggi voglio suggerirvi dei semplici sistemi per portare un po' di natura in casa anche se gli spazi sono piccoli. Un post dedicato a tutti i pollici neri come me. Non preoccupatevi, dunque, c'è speranza per tutti!Non tutti abbiamo a disposizione un giardino da poter vivere e curare, ma basta un piccolo spazio all'aperto, un terrazzino o un balcone, per poter creare uno spazio green dove potersi rilassare.
Un divanetto a due posti (in alternativa, una soluzione dallo stile industriale ma al contempo molto alla moda, tre o quattro pellet sovrapposti tra loro e coperti da una coperta e alcuni cuscini per rendere morbida la seduta), un paio di poltroncine o di sedie da giardino ed un tavolino in un angolo, il tutto illuminato da una fila di luci che crea la giusta atmosfera (se ne possono trovare sia che funzionino collegate alla corrente, sia che si alimentino grazie a delle batterie stilo). E attorno tante piante in vaso a rinfrescare l'atmosfera. Sono molte le piante che si adattano a vivere in queste condizioni, sapendo sopravvivere bene anche al gelo che caratterizza le nottate invernali di molte delle nostre città. Ci sono le piante sempreverdi, che possono anche, grazie alle loro folte chiome, nascondere da sguardi indiscreti, come i Rododendri o i Laurocerasi. Se invece preferite avere anche un po' di colore, non potete farvi mancare le bacche rosse e arancioni dell'Agazzino o gli splendidi fiori rosa dell'estivo Alloro stretto. Anche un piccolo orto, magari da curare insieme ai vostri piccoli, può essere una buona idea. Non avete uno spazio all'aperto, ma volete comunque far entrare un po' di natura in casa. La cucina è senza dubbio il luogo ideale per far risplendere la natura, sia a tavola che alle pareti.
Splendide sono le numerose possibili soluzioni per creare dei giardini di erbe aromatiche, che possono rallegrare sia con i loro colori che con il loro inconfondibile aroma. Un vecchio scolapiatti o un porta spezie in legno, con all'interno dei vasetti bianchi pieni di prezzemolo, basilico, salvia... Ma anche quegli stessi vasetti appesi con dei gancetti a delle sbarre di ferro o alluminio. L'idea ancora più originale? Mettete terra e piantine all'interno di tazze da thè o mug, che andrete poi ad appendere con dei gancetti ad una parete forata. Per unire altre tonalità al verde. Se non avete pareti libere, potete creare un giardinetto su un vassoio (magari su uno di quelli in legno girevoli), affiancando tanti vasetti in vetro - quelli dello yogurt usati e ripuliti, oppure quelli che si comprano per le conserve - con al loro interno terriccio e semi che diventeranno ottimi profumi per i vostri piatti. E se come me non sapete riconoscere il basilico dal prezzemolo, basterà avvolgere ogni vasetto con un nastrino al quale attaccare un'etichetta in cartoncino con sopra il norme dell'erba contenuta al suo interno.
Se infine avete spazio solo su una mensola in sala o in corridoio, non disperate. Potete utilizzare una piccola serra in vetro e acciaio, per far trovare ai vostri semi l'ambiente ideale per germogliare e crescere rigogliosi. Un esempio è la serra, che potete trovare da Ikea. Io credo la utilizzerei per creare un piccolo giardinetto di piante grasse, ben protette dalla plastica, in modo da non rischiare che io o le piccoline (ma anche mio marito), ci pungiamo con i loro aculei... E voi cosa ci coltivereste?