Idee per una casa piena di note

Ne abbiamo già parlato ieri: oggi comincia il Festival di San Remo, dedicato alla musica italiana. Oggi vedremo come trasformare le nostre case per rimanere in tema.

Scopriamo insieme come inserire dei tocchi musicali nel nostro arredamento.

Perché anche degli strumenti musicali, le loro custodie o addirittura dei semplici spartiti possono aiutarci a rendere le nostre case più originali.


Se ad esempio siete degli appassionati di chitarre e/o bassi e ne possedete più di uno, potrete usare direttamente questi strumenti per ornare i muri delle vostre stanze. Come? Su internet, ma anche nei negozi di strumenti musicali, potrete trovare dei ganci per appendere gli strumenti direttamente alla parete, adornandola così come se fossero dei quadri.

Front wall.

Ma potrete anche creare qualcosa di più artistico sempre con questa base. Basterà una parete bianca, della vernice nera e dei ganci per appendere questi strumenti. Cominciate dipingendo un pentagramma sul muro: lasciate circa una settantina di centimetri dal soffitto e tracciate cinque linee nere dell'altezza di circa cinque centimetri e distanziate tra di loro venticinque centimetri. Fissate dunque un gancio per ogni chitarra o basso da voi posseduto: posizionateli a diverse altezze, andando a occupare diversi righi e spazi. Con entrambe le soluzioni otterrete un duplice obiettivo: avrete decorato la vostra casa, ma anche trovato un modo diverso e salvaspazio per riporre i vostri strumenti. Non avete una chitarra, ma avete ritrovato in un mercatino o in qualche soffitta una custodia rigida per questo strumento musicale? Non buttatela, ma date una bella lucidata, separate le due metà del contenitore e sovrapponetele: avrete così creato un tavolino comodo e singolare per arredare il vostro salotto. Ma anche dei semplici spartiti musicali possono aiutarci nel nostro tentativo di rendere le nostre case più "musicali". Se poi doveste trovarne di vintage, un po' ingialliti dal tempo, l'effetto finale sarà ancora migliore!

Ma dunque come usare degli spartiti musicali per decorare le nostre case?

Due le soluzioni: la prima, più veloce e facile. Prendete delle cornici di legno, meglio se semplici e lineari, della dimensione massima del formato A4. Inserite dunque i pentagrammi e avrete pronti dei quadri da appendere dove preferirete. Naturalmente potrete anche usare delle cornici più piccole, tagliando le pagine ed adattandole alle dimensioni preferite. Se poi le volete rendere più originali, potrete dipingervi sopra qualcosa che la musica scritta vi ispira, come un arcobaleno...


Se invece vi sentite più creativi, avrete bisogno di diversi spartiti e di colla per carta da parati. Scegliete una parete della vostra stanza e ricopritela con uno strato di fogli disposti regolarmente in senso verticale in modo da coprire tutta la superficie. Una volta finito, lasciate asciugare ed incollate poi altri fogli pentagrammati in ordine sprso, in modo da movimentare un po' l'effetto finale. E se vorrete concludere in bellezza, potrete installare un lampadario a farma di nota musicale o di chiave (ne potrete trovare di diversi tipi in vendita su internet). Enon dimenticate che potete rendere più musicali anche i vostri mobili, incollando i fogli degli spartiti non solo sul muro, ma anche su librerie e scaffali.



E buona musica a tutti!

Post popolari in questo blog

Profumi di Sicilia nel cuore di Milano

La pietra di Luserna: materiale perfetto per decorare le vostre case

Il mio viaggio più bello