Post

Io e i social, noi e i social

Immagine
Tutte le volte che andiamo in spiaggia o si parla di mare e bagnanti, i miei suoceri hanno sempre la solita battuta pronta in tasca (sì, sono abbastanza ripetitivi a volte… Peccato non se ne rendano conto…): “Sotto l’ombrellone, rilassati sui loro lettini, tra coloro che ti affiancano non troverai mai operai o manovalanza: tutti impiegati o meglio dirigenti di grandi aziende diventano!”. Perché in vacanza ci vanno solo quadri e imprenditori? No, affatto! E’ che non appena possibile, non appena attorno a noi ci sono persone che non ci frequentano nel quotidiano, ecco che tutti improvvisamente scaliamo le vette dell’alta società (ma si chiamerà ancora così?) e “pompiamo” un pochetto la nostra effettiva condizione. Che poi cosa ci sia di disdicevole nello ammettere di essere un semplice salariato lo sanno solo loro…

Lo stesso succede su internet, sui vari social che da qualche anno a questa parte sono la modalità d’espressione preferita da tutte le età. Instagram, Facebook, Twitter: oram…

Errori da non fare quando ci si dedica al decluttering

Immagine
Settembre oramai lo abbiamo capito porta aria nuova, di cambiamento e rinascita. Poi però ci rinchiudiamo nelle nostre case (e giustamente perché porta anche aria di pioggia e freddo) e ci ritroviamo sommersi di oggetti inutili che riempiono le nostre stanze e la nostra mente. Così tutto l’effetto benefico della rinascita settembrina (come di quella primaverile o di quella sansilvestrina… un po’ di tutte le rinascite insomma), sfuma via come il vento che si è alzato in questi giorni.


È proprio per evitare che questo accumulo di oggetti soffochi la vitalità della mia famiglia che, nonostante il “messy” sia tornato di moda, ho deciso di dare per prima io il buon esempio e iniziare il lungo processo che spero porterà più ordine e leggerezza nella mia vita, una sorta di decluttering, insomma. Una sorta perché per divenire una vera seguace del metodo Konmari, dovrei seguire alla regola tutti i punti indicati dalla guru Marie Kondo… Ma io mi conosco, ho la costanza di una falena, e quindi …

Il kit per l'asilo nido per la mamma

Immagine
Da pochissimi giorni per me e la mia piccola Alice è cominciato un nuovo viaggio, un viaggio che vivremo insieme a tanti altri frugoletti a volte anche più piccoli di lei. Da poco è cominciato il primo anno di asilo nido.
Sembrano passati una manciata di giorni da quando l’ho tenuta in braccio la prima volta, da quando passavo le serate sul divano a confrontarmi con mio marito se la nostra cucciola di pochi giorni sarebbe vissuta coi nonni fino alla scuola materna o se l’avessimo potuta inscrivere al nido, da quando visitavo le strutture presenti sul territorio nelle diverse giornate aperte. Sembrano passate poche ore e invece eccoci già qui ad intraprendere questo nuovo e sconosciuto cammino.
Uno dei primi dubbi che ha occupato la mia mente di madre molto poco organizzata è stato quale fosse il corredino necessario per arrivare nelle aule dell’asilo preparata. A seconda del nido scelto, possono esserci delle piccole differenze infatti: il numero dei cambi e dei sacchetti può variare…