Come servire un the al profumo d'arancia

Un caldo the fumante, il profumo delle arance... Ammettetelo: questo quadretto non vi ispira un'immagine di tepore, di casa, di famiglia?

Ogni anno, quando arrivano i mesi freddi, c'è un profumo in cucina che mi fa capire che siamo arrivati a vivere i mesi invernali: quello delle arance.


Ed oggi voglio condividere con voi qualche idea per sfruttare questo agrume in uno dei momenti che preferisco durante le fredde giornate invernali: la pausa the. 

Come vi ho già raccontato, mi sento molto una english girl a Milano, non potevo perciò non cogliere l'occasione dell'iniziativa "l'ingrediente in comune" organizzata dalle blogger del gruppo Progetto Blog per suggerirvi come rendere speciale l'angolo dedicato al tea time proprio con questi frutti.

Cosa vi servirà? Solo tanta fantasia e naturalmente un bel sacchetto pieno di arance!

Cominciamo con un paio di decorazioni che abbelliranno il vostro angolo dedicato all'ora del the.

Due cose non possono mancare per rendere speciale un tavolino da the: dei fiori e qualche candela.

Come sfruttare le arance in questo caso? Ne basteranno solo quattro in questa prima fase.


Prendete le prime due, tagliate via l'estremità superiore del frutto e svuotate il resto della buccia. Dovrà rimanervi tre quarti di sfera cava, che dovrete andare a riempire con della spugna verde per fioristi. Inserite poi dei fiori recisi nella spugna: orchidee, rose, qualche foglia verde, del velo sa sposa... Un perfetto vaso che riempirà di profumo la stanza.


Prendete poi le altre arance, tagliatele a metà e svuotatele. Lasciate asciugare la buccia per qualche ora poi intagliate delle forme a vostro piacimento alla sommità della parte superiore della sfera: una stella, un cuore, un fiore, ciò che preferite (anche un semplice cerchio sarà perfetto)...
Inserite poi una candelina appoggiandola all'interno della metà inferiore della sfera (un tea light, possibilmente senza profumazione). Chiudete poi la sfera, come a ricreare il frutto iniziale: se volete pote fissare il porta candela unendo le due metà con un po' di colla a caldo.

Una volta accese le candele, la buccia riscaldandosi emanerà un delizioso profumo, che potrete rendere più deciso decorando il portacandele inserendo dei fiori di garofano nella buccia (è di uso comune abbinare fiori di garofano e arance, a mio parere il risultato diventa troppo invadente...).

Non buttate né l'interno delle arance, né le parti della buccia tagliate, oggi organizzeremo un'ora del the eco friendly, senza scarti: mettete in frigo polpa e succhi e in forno gli scarti della buccia.


Questi scarti potrete infatti essiccarli per dar loro mille nuove vite: basta a tal fine cuocerli in forno a 130-150 gradi per 4 ore circa. Sbriciolateli poi finemente, utilizzando anche un mixer, per creare così una polvere di buccia d'arancia essiccata che useremo tantissimo per the e dolcetti.

Una volta impreziosita la tavola, pensiamo al the da servire. Naturalmente un the aromatizzato al profumo d'agrume.

Avete due modi per trasformare il sapore della vostra bevanda calda donandogli toni d'arancia.
Se avete preparato un po' di polvere di buccia d'arancia, potrete creare dello zucchero profumato col quale addolcire la bevanda calda.

E' una lavorazione da fare con un paio di giorni di anticipo rispetto a quando avete deciso di organizzare il vostro tea party. Prendete un vasetto e riempitelo per tre quarti di zucchero e per il quarto restante di polvere di buccia d'arancia essiccata. Mescolate e lasciate per appunto qualche giorno a riposare. Otterrete un ottimo addolcitore per ogni the (e a detta di molti anche per una bella tazzina di caffè... Da provare!).

Se invece non avete preparato in anticipo questo momento, basterà servire il the nelle solite tazze, versandovi qualche goccia di succo d'arancia o mezzo cucchiaino della polvere già citata.


E per accompagnare il the, qualche dolce tentazione non può mancare. Naturalmente al profumo d'arancia!

Come ho già scritto, questo post è scritto in ottica di zero scarto: spremete il più possibile la polpa ed estraete il succo delle arance che abbiamo utilizzato per decorare il tavolino, poi tenete tutto separato per preparare dei dolcetti dal profumo agrumato da affiancare al the.

Quando bevo qualcosa di caldo, mi piace accompagnarlo con dei biscotti ai cereali o integrali. Biscotti da rendere più dolci con una crema al mascarpone e arancia, ottima anche da gustare da sola e facilissima da preparare.

Prendete due uova, separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve. Quando avrete ottenuto una spuma soffice e densa, aggiungete cinquecento grammi di mascarpone, due cucchiai di zucchero (o poco più a seconda dei gusti) e due o tre cucchiaini di succo d'arancia. 
Mescolate fino ad ottenere un composto cremoso, da versare poi in vasetti di vetro (ad esempio quelli dello yogurt o degli omogeneizzati, sempre da conservare dopo l'utilizzo, perché utili in tantissime occasioni), uno per ospite.



E per concludere potrete utilizzare il succo e la polpa rimasti per preparare un'ottima torta all'arancia, come quella proposta dal sito Agrodolce.it. Se poi volete la ciliegina sulla torta, ricoprite la torta con tante gocce di cioccolato fondente... Extra yum!

Come vi ho scritto, questo post partecipa all'iniziativa l'Ingrediente in comune... Siete curiose di leggere i post delle altre blogger che hanno partecipato? Eccoli a voi!


SECONDO DI CARNE
Cosce di pollo al limone di Giovanna in cucina
Arista di maiale all’arancia di Il piatto del giorno

DOLCE
Muffin al limone e semini di papavero di Le cene del giovedì
Cheesecake cotta all’arancia (Ricetta per riciclare il Panettone avanzato) di La Cascata dei Sapori
Tiramisù all’arancia di Cucinare le Stagioni
Torta al mandarino con farina di riso di Sano Bio Gluten Free

INSAPORITORE

SICUREZZA ALIMENTARE

BELLEZZA NATURALE
Le proprietà del limone e come utilizzarlo  di La pillola della bellezza

MODA
C’erano una volta gli Agrumi di Chiedilo a Saky

ILLUSTRAZIONE
Gli agrumi di Alessandra Fragiacomo